Siamo sempre più social?

Blog, psicoterapia autogena di un web designer freelance

Siamo sempre più social? - 27/03/2015
27/03/2015

A quanto pare si, lo siamo. E’ nell’ordine delle cose scoprire che se qualche anno fa avevamo dei tempi morti in cui rilassarci, leggere un buon libro o conversare con le persone tutto questo è stato completamente assorbito da WhatsApp in prima battuta e poi a ruota tutti gli altri social network dove Facebook la fa da padrone. Vediamo quali novità ci aspettano nei prossimi mesi relative al mondo social. La prima arriva proprio da Facebook che sta lanciando in tutto il pianeta la funzione Accadde oggi che permetterà al proprietario del profilo di vedere avvenimenti importanti successi nella data attuale ma relativi a anni di distanza così da poter scegliere se ripubblicarli in versione amarcorde. Insomma una nuova funzione dedicata ai nostalgici. In casa Twitter viene invece lanciata una sfida agli studenti italiani mettendo in palio uno stage retribuito in azienda. Il progetto si basa sullo sviluppo di idee per un utilizzo del social cinguettante nel mondo del business e del marketing. Verranno scelti i 3 progetti migliori e il vincitore avrà l’onore di lavorare per 6 mesi nel settore marketing milanese dell’azienda. Per tutte le info del caso vi rimando all’hashtag ufficiale #Twitter4Uni. Novità anche in casa Instagram, piattaforma per foto e video di proprietà di Facebook che lancia una nuova app per creare collage di foto in pochi secondi direttamente con lo smartphone da condividere alla velocità della luce nei propri profili social. L’applicazione al momento è disponibile solamente per IOS ma è già stata annunciata nei prossimi mesi la release della versione per Android. Per quanto riguarda il nostro buon Google plus la novità sarà una rivoluzione della piattaforma che verrà, nei prossimi mesi, divisa in 3 diversi ambienti: stream, foto e hangout. Sempre più chiara l’intenzione di portare il social di big G all’attenzione di un numero ogni giorno maggiore di utenti indirizzandoli verso quelle che sono le reali esigenze che possono avere. Il destino del social, nonostante l’incremento dell’annata appena trascorsa, sembra sempre comunque appeso a un filo ma rimane uno strumento in continua evoluzione da tenere in considerazione, anche solo per il fatto che è di Google. Se poi sarà destino che chiuda sappiamo che Google non ci metterà la scala come già successo con progetti antecedenti. E voi come vi sentite? Sempre più social?