GDPR, stufi di sentirne parlare?