Come organizzare il lavoro

Blog, psicoterapia autogena di un web designer freelance

Come organizzare il lavoro - 13/03/2017
13/03/2017

Per quanto possa sembrare scontato, organizzarci è il primo baluardo di difesa per poter svolgere la nostra attività in maniera serena e continuando ad avere una vita sociale.

Nel momento in cui scrivo sto realizzando contemporaneamente 7 siti web Wordpress custom, ai quali devo aggiungere gli articoli da scrivere, il video editing, i tutorial e le lezioni a Veneto Formazione.

Questi sono i miei consigli per non perire nella vita da freelance

In primis compratevi una lavagna in sughero e andate ad appuntare dei fogli di lavoro che contengano tutta la progettazione, step by step, dei siti che state facendo e degli impegni che avete day by day.

Questo piccolo e apparentemente banale passaggio vi permetterà di spuntare di volta in volta, e nell’ordine di esecuzione, tutto il fatto e il da farsi nei vari siti, cosi da non dover perdere del tempo, nel passaggio da uno all altro, nel ricordarsi dove siete arrivati e cosa rimane da fare e non cannare appuntamenti.

Altro step fondamentale è definire delle deadline di consegna, non tanto per il cliente ma per voi. In questo modo avrete prefissato e organizzato date e scadenze (consiglio con un pò di anticipo) su quelli che sono i vostri impegni cosi da potervi districare meglio tra appuntamenti e scadenza reali.

Spuntando di volta in volta tutta la baracca da un, seppure casalingo, organigramma, avrete modo di tenere sempre la situazione a bada e sotto controllo; un pò di anticipo sui tempi vi permetterà di avere del tempo libero e essere preparati per eventuali imprevisti.

Ognuno di noi preferisce avere una discreta mole di lavoro, in fondo è di questo che mangiamo, e a nessuno piace dire di no a un cliente perché già sovraccarico ma il rischio di finire a lavorare 16 e più ore al giorno e interi weekend è molto alto nella nostra professione.

Non dovendo rispettare degli orari da ufficio siamo noi a doverci imporre dei tempi umani altrimenti finiremo per bruciarci presto e non essere più in grado di svolgere a buon livello i nostri progetti.

Sicuro di esservi stato utile con queste piccole dritte torno al lavoro, la mia deadline per scrivere questo articolo è giunta ed è ora di spuntare dalla lavagna e passare al prossimo compito prefissato.

A presto…credo…